Barreto: "A fine carriera vorrei rimanere in Europa. A Nimega mi sento a casa"

18.02.2020 11:08 di Maurizio Marchisio   Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Barreto: "A fine carriera vorrei rimanere in Europa. A Nimega mi sento a casa"

A novembre Edgar Barreto si è recato nella città della Gheldria e ha fatto visita al club dove è iniziata la lunga carriera europea. Dopo 95 match con il NEC il centrocampista paraguaiano si è stabilito in Italia dove milita dal 2007.

"Ho ancora un appartamento nel centro, vicino a Plein 1944, ogni volta che vengo a Nimega mi sento a casa. - Le parole tradotte da Sampdorianews - Una bella città, vado sempre in bicicletta con i miei ragazzi. Naturalmente ho fatto visita al NEC. Ho ritrovato il team manager Muslu Nalbantoglu, i nostri rapporti si sono conservati proprio come con Jeffrey Leiwakabessy e il vice allenatore Ron de Groot. È un peccato che non riesca a vedere le partite del NEC in Italia. Mi aggiorno via Internet." - Riferisce il centrocampista blucerchiato a ELF Voetbal -

"Se tornerò al NEC? Sono stato bene e ora ho un passaporto italiano. Non escludo nulla. Alla fine della mia carriera da calciatore vorrei rimanere in Europa ma dove non lo so. Potrebbe essere l'Italia, ma potrebbe essere Nimega."