ESCLUSIVA SN - Benvenuto: "Colpacci di mercato? No, mi aspetto continuità e tasselli giusti al posto giusto"

 di Diego Anelli  articolo letto 1457 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
ESCLUSIVA SN - Benvenuto: "Colpacci di mercato? No, mi aspetto continuità e tasselli giusti al posto giusto"

Per analizzare al meglio l'annata che ha coinciso con la promozione della Sampdoria nella massima serie e le strategie blucerchiate in ottica mercato, Sampdorianews.net ha avuto il piacere di intervistare in esclusiva Marco Benvenuto, giornalista di Telecity:

Le tue sensazioni a caldo sull’incredibile rimonta che ha portato la Sampdoria a conquistare l’ultimo posto disponibile per la serie A. “Il senso di aver riparato ad un torto calcistico e non solo. La retrocessione era stato un torto subito dalla tifoseria ed era necessario che venisse sovrascritto con una prestazione positiva”.

Quando ti sei reso conto che davvero la compagine blucerchiata avrebbe potuto concretamente raggiungere la promozione, obiettivo diventato quasi una chimera a metà stagione? “In occasione della gara di ritorno a Varese. Prima le sensazioni erano sempre ondivaghe”.

Quanto hanno inciso società e il Ds Sensibile nel traguardo promozione? “Parecchio, nel bene e nel male”.

Mister Iachini si è rivelato il condottiero della rimonta: la Sampdoria dovrebbe proseguire con il tecnico ascolano nella massima serie? “Accade sempre che tecnici, o giocatori, che si portano dietro la nomea di specialisti della categoria poi vengano messi in discussione al momento che si fa il salto da quella categoria. La riconoscenza è un non senso agonistico”.

Un giocatore su tutti che ritieni il principale protagonista in campo. “Nicola Pozzi. Ma non dimentico , ovviamente, Eder”.

Romero; Costa, Gastaldello, Rossini, Rispoli; Renan, Obiang, Munari; Foggia (Juan Antonio); Pozzi, Eder. Dell’ultima formazione tipo quanti reputi all’altezza di restare nell’11 titolare anche nella massima serie? “Non più di 6 giocatori”.

A tuo parere il numero di rinforzi necessario affinchè la Sampdoria non soltanto raggiunga l’obiettivo minimo della salvezza, ma possa ben figurare anche nel nuovo campionato. In quali reparti interverresti in maniera più decisa? “Esterni difensivi, esterni di centrocampo”.

Ti aspetti, ed eventualmente in quale reparto, un autentico colpaccio della Sampdoria in sede di mercato? “No, mi aspetto continuità e tasselli giusti al posto giusto".