ESCLUSIVA SN - Flachi: "Per gli avversari giocare a Marassi è molto stimolante. Bertani mi assomiglia"

Indimenticata bandiera blucerchiata. Opinionista di spicco per Sampdorianews.net.
11.10.2011 10:20 di Francesco Flachi  articolo letto 4008 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
ESCLUSIVA SN - Flachi: "Per gli avversari giocare a Marassi è molto stimolante. Bertani mi assomiglia"

Quando sono venuto a seguire in gradinata Sud la partita con il Padova ho provato sensazioni bellissime, è stato davvero bello, non mi attendevo un’accoglienza del genere, è forse stata la più bella di sempre, perché non ci vedevamo da tre – quattro anni, è stato un qualcosa di inaspettato, ho provato delle emozioni uniche nel vedere persone anziane e donne commuoversi, sono rimasto esterrefatto.

Anche le precedenti occasioni sono state splendide, ma stavolta ho provato forti emozioni. Sono davvero contento, ma si sa che tra me e i tifosi della Sampdoria esiste un affetto che va al di là del calcio, c’è stato, c’è ancora e resterà per sempre.

La Sampdoria mi è piaciuta molto ad Empoli, la squadra è stata molto cinica e ha sfruttato le occasioni create. La serie B è un campionato infinito, non è facile da affrontare soprattutto per una squadra retrocessa come la Samp che è chiamata a tornare subito in serie A, ovviamente glielo auguro, ma non sarà facile.

A Marassi arrivano molte squadre che hanno visto soltanto in tv uno stadio simile, per gli avversari giocarci è molto stimolante e le partite diventano più complicate, ma i punti arriveranno comunque se i giocatori blucerchiati resteranno sempre concentrati sulle difficoltà. Oltre a questo non posso pronunciarmi sul fatto che la Samp fatichi più in casa, nessuno meglio dell’allenatore può conoscere la situazione della squadra, in quanto vede i propri giocatori tutti i giorni. Anche il Torino, peraltro prima in classifica, ha raccolto più punti in trasferta. È necessario mantenere il giusto equilibrio, alla Samp come organico non manca nulla.

Bertani mi assomiglia come caratteristiche fisiche e come gioca in campo, mi piace perché è un ragazzo che non molla mai, lotta fino al 90’, sta facendo molto bene alla Samp, lui è l’unico che non si è mai preso pause nel campionato della Samp. Si tratta di un giocatore importante, gli auguro di togliersi grosse soddisfazioni, mi sembra anche un bravo ragazzo, molto equilibrato, darà un contributo importante alla Sampdoria.