ESCLUSIVA SN - "Il Dado blucerchiato": "A Bergamo calo di tensione. Con il Verona Mihajlovic pronto a scendere in campo se la squadra non lo seguirà"

Conduttore televisivo e attore teatrale. Vero cuore blucerchiato. Opinionista di lusso di Sampdorianews.net con "Il Dado Blucerchiato"
19.03.2014 10:00 di Corrado Tedeschi   Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
ESCLUSIVA SN - "Il Dado blucerchiato": "A Bergamo calo di tensione. Con il Verona Mihajlovic pronto a scendere in campo se la squadra non lo seguirà"

Le recenti vittorie della Samp, dal derby alla rimonta sul Livorno, sono un bilancio assolutamente positivo e inaspettato, perché rispetto a quando è arrivato Mihajlovic la squadra ha fatto un cambiamento colossale, anche nel gioco e non solo nei risultati. È una squadra che se la gioca con chiunque, su ogni campo. Ci sono poi dei piccoli difetti di crescita, come Bergamo, in cui il gruppo ha dei grandi cali di tensione, ma dovuti –secondo me– all’età dei ragazzi. Il cammino è comunque entusiasmante, e siamo in una posizione di classifica invidiabile, tale che poco tempo fa sarebbe stato addirittura da pazzi pensare di raggiungerla. Un plauso a Mihajlovic e ai ragazzi per il lavoro fatto.

Certi inciampi nel percorso sono assolutamente comprensibili: la sconfitta con l’Atalanta non deve creare allarmi, e anzi sono convinto che già dalla partita con il Verona sarà un’altra Sampdoria, anche perché abbiamo un allenatore che a perdere senza combattere proprio non ci sta. Sarà una Samp migliore, come siamo abituati a vederla dall’arrivo di Sinisa. Quella di Bergamo non era la Samp di Mihajlovic, era una squadra che è rimasta in vacanza un giorno di più, cosa che immagino abbia fatto arrabbiare non poco il mister.

Dal mio punto di vista di attore, trovo che un tecnico che fa citazioni dalla Divina Commedia sia il migliore al mondo. È un modo diverso di approcciarsi alle conferenze stampa, dove gli allenatori dicono sempre le stesse cose. Mihajlovic è un personaggio diverso dagli altri, che fa leva anche sul cervello delle persone, non solo spronandole fisicamente, ma cercando di farlo anche attraverso strade culturali. Lo trovo davvero straordinario, e finora ha anche funzionato molto bene. Probabilmente Dante in questo caso non è stato efficace, ma per me è meraviglioso avere un allenatore che fa questo genere di citazioni.

Con il Verona sarà come sempre una bella partita, visto che c’è il gemellaggio tra le tifoserie, mentre sul piano del gioco sono convinto che Sinisa sia pronto a scendere in campo in prima persona se vedrà che la squadra non lo segue… Credo che rivedremo la Sampdoria che ci ha fatto divertire in questi mesi, la stessa che con il Livorno ci ha fatto un po’ soffrire, ma ha fatto un secondo tempo strepitoso. Con un allenatore come Mihajlovic non credo ci sia il rischio di rivedere un finale di campionato anonimo come l’anno scorso. Certo, il fatto di essere piuttosto tranquilli potrebbe creare altri cali di tensione come quello di Bergamo, ma non credo che il mister lo consentirà.

© foto di Sampdorianews.net