Osti su Audero: "Era un’operazione che volevamo fare da un po’ di tempo e abbiamo trovato la Juve consenziente"

29.01.2019 23:37 di Paolo Bardetta  articolo letto 3486 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Osti su Audero: "Era un’operazione che volevamo fare da un po’ di tempo e abbiamo trovato la Juve consenziente"

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Carlo Osti ha subito affrontato la questione legata all'operazione che porterà al riscatto a gennaio di Emil Audero: “L’abbiamo fatta perché Audero fin adesso ha fatto un campionato eccezionale e ha convinto tutti. Era un’operazione che volevamo fare da un po’ di tempo e abbiamo trovato la Juve consenziente. È un’operazione che va bene ad entrambi i club. Ancora è da completare la cosa però c’è un bel rapporto con la Juve e non abbiamo problemi.”

Poi una battuta sul futuro di Kownacki: “Diciamo che il nostro mercato è finito. Abbiamo preso Gabbiadini che è arrivato per alzare un po’ l’asticella delle ambizioni all’interno del gruppo e dello spogliatoio. Per quanto riguarda l’attacco Kownacki doveva uscire poi ovviamente l’infortunio di Caprari ha bloccato la sua uscita. Adesso valuteremo fino alla fine. Bisogna capire, qualora dovesse uscire, se è meglio un percorso italiano o diciamo straniero. Noi crediamo molto nel ragazzo e quindi non vorremmo perderlo. È evidente che il percorso italiano ci permette di valutarlo più attentamente domenica dopo domenica. Perché il nostro campionato è molto difficile e sappiamo che per un attaccante è difficile imporsi. Vedremo fino alla fine.”