Martinelli inesauribile, Torreira sfiora il gol, primo punto per la Pro Patria di Petdji Tsila

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
 di Lidia Vivaldi  articolo letto 1653 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Martinelli inesauribile, Torreira sfiora il gol, primo punto per la Pro Patria di Petdji Tsila

Bilancio complessivamente positivo per i giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori, mentre coloro che militano nei campionati esteri hanno osservato un turno di stop per gli impegni delle nazionali.

Si rialza subito il Brescia, dopo la sonora batosta di Novara, e ritrova la vittoria tra le mura amiche costringendo il Trapani alla resa con un secco 3-0. Incrocio suggestivo quello del Rigamonti, tra due allenatori, Boscaglia e Cosmi, con trascorsi più o meno recenti sulla panchina opposta, ed incrocio anche tra due ex compagni in blucerchiato, Alessandro Martinelli e Mirko Eramo. Ai lombardi basta un tempo per chiudere la partita, con le reti di Kupisz, Geijo, ed una magia di Morosini, mentre il Trapani riesce raramente ad impensierire Arcari. Nel centrocampo delle rondinelle brilla un inesauribile Martinelli, mentre sul fronte opposto Eramo vive un pomeriggio negativo, che lo vede uscire anzitempo dal terreno di gioco per la seconda ammonizione rimediata nel tentativo di fermare un contropiede di Embalo.

A Como uno strepitoso Vincenzo Fiorillo consegna al Pescara una vittoria fondamentale in chiave classifica e morale. Al Sinigaglia il portiere genovese costruisce un muro invalicabile per gli attaccanti lariani, che spesso lo chiamano in causa, mentre sul fronte d'attacco è il solito Lapadula a firmare la doppietta vincente. Oddo schiera titolare il blucerchiato Lucas Torreira, affidandogli il ruolo di centrocampista basso. L'uruguaiano si fa trovare pronto, e nel finale, quando agisce più avanzato, costringe Giosa alla rischiosa chiusura per fermare un suo guizzo in area piccola.

In Lega Pro una Reggiana spuntata concede alla Pro Patria il primo punto stagionale, non riuscendo ad andare oltre lo 0-0 allo Speroni di Busto Arsizio. Gara di poche emozioni, in cui i padroni di casa fanno il massimo per limitare il gioco degli emiliani, che sfiorano il vantaggio soltanto nel finale, prima per un pasticcio difensivo dei tigrotti, poi con una traversa colpita da Spanò in pieno recupero. Tra i lombardi scende in campo da titolare l'ex Primavera George Petdji Tsila, la cui prova è contraddistinta da grande volontà e spirito di sacrificio.

Battuta d'arresto per il Cuneo, superato in casa dal Pro Piacenza nonostante gli uomini di Iacolino, specialmente nel secondo tempo, abbiano ben interpretato la partita. Dopo il vantaggio di Rantier è infatti il Cuneo a creare i maggiori pericoli, con un gol annullato a Banegas ed il rigore parato a Cavalli, mentre il raddoppio arriva soltanto nel recupero con Cristofoli. Per il blucerchiato Andrea Corsini una manciata di minuti nel convulso finale di gara.

Approfitta del periodo poco positivo della Reggiana anche la Spal, vittoriosa per 1-0 al Mapei Stadium nel turno infrasettimanale di Coppa Italia. Inedita posizione in campo per Alessandro De Vitis, che viene impiegato da Semplici al centro della difesa, e fornisce una prestazione ordinata ed attenta, prima di essere sostituito in via precauzionale per una botta rimediata a fine primo tempo. Il centrocampista ex Parma era sceso in campo anche nella larga vittoria di campionato al Bacigalupo di Savona, rilevando Spighi a metà ripresa.

Infine, presenze da titolari anche per Simone Cataldo nel derby ligure tra Rapallo Bogliasco e Ligorna, terminato 3-1, e per Francesco Fedato nel pareggio interno del Livorno contro il Vicenza, gara in cui l'esterno blucerchiato dimostra di essere in netta ripresa dall'infortunio, segnando anche un gol di testa che viene tuttavia annullato per fuorigioco.