Hromada protagonista, De Vitis pecca di ingenuità, a Livorno brilla la stella Fedato

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito o comproprietà nelle serie minori.
 di Lidia Vivaldi  articolo letto 2531 volte
Hromada protagonista, De Vitis pecca di ingenuità, a Livorno brilla la stella Fedato

Inizia a suon di gol il campionato dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori e all'estero.

Per Francesco Fedato quella segnata nella trasferta di Como è la seconda rete stagionale, dopo quella dell'esordio casalingo del Livorno contro il Pescara. Al Sinigaglia gli azzurri passano in vantaggio con Sbaffo, ma è proprio l'attaccante blucerchiato a pareggiare i conti con un bel colpo di testa su cross dalla destra, prima della definitiva rimonta di Vantaggiato. Nella gara del Picchi, vinta per 4-0 sugli abruzzesi, Fedato si rivela da subito determinante, involandosi al 4' verso la porta difesa dall'ex Samp Fiorillo, e costringendo il portiere al fallo da ultimo uomo, con conseguente rigore ed espulsione. Nel finale è invece un altro ex doriano, Michele Fornasier, a regalare all'ala amaranto la ghiottissima occasione per segnare il 4-0, che non viene sprecata.

In Slovacchia il sabato del giovane blucerchiato Jakub Hromada è quantomai intenso: nella vittoria esterna del Senica F.K. sullo Zemplìn Michalovce il centrocampista prelevato lo scorso gennaio dalla Juventus firma il momentaneo vantaggio sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma è poi sfortunato in occasione di una punizione dalla trequarti assegnata ai padroni di casa: il suo colpo di testa infatti inganna il portiere e consegna il pareggio agli avversari. Ma passano appena 9 minuti ed il giovane blucerchiato si fa perdonare mettendo a segno il 2-1 con un pallonetto in contropiede. Nella ripresa arriva anche il gol di Dolný per il definitivo 3-1 del Senica.

In Serie B il Trapani di Mirko Eramo raccoglie un buon punto sull'ostico campo del Latina, grazie alla rete di Coronado in aperura di ripresa, subito pareggiata dalla zampata di Olivera. Il mediano ex Ternana, che aveva esordito alla prima giornata proprio contro i suoi ex compagni in rossoverde, subentra a metà del secondo tempo. La sua prestazione non è particolarmente incisiva, ma risulta utile, nel momento di maggiore sofferenza della squadra granata, ad arginare i laziali, arrembanti sotto porta.

Pareggio anche per Brescia e Salernitana, in un match ricco di emozioni, che si conclude sul 2-2 grazie alle reti granata di Schiavi prima dell'intervallo e Gabionetta nel finale, e alla doppietta di Morosini per la momentanea rimonta dei lombardi nel corso del secondo tempo. Tra le fila della Leonessa colleziona il suo secondo gettone in campionato Alessandro Martinelli, schierato titolare per garantire copertura alla linea mediana.

Esordio in campionato con vittoria per Lucas Torreira, centrocampista il cui cartellino è passato alla Samp durante la sessione estiva, ma rimasto a Pescara per continuare il proprio percorso di crescita. Per gli uomini di Oddo, dopo la debacle di Livorno, arriva il successo interno contro il Perugia (2-1), propiziato dal rigore di Memushaj e dalla rete di Caprari. L'uruguaiano parte titolare e, seppur non ancora al massimo della condizione, mostra a tratti le sue qualità, arrivando anche alla conclusione nel finale di primo tempo, e chiamando Rosati al non semplice intervento di piede.

Infine, bilancio personale negativo per i due blucerchiati scesi in campo nel girone B di Lega Pro. Se, da una parte, la Pistoiese di Mattia Placido può accontentarsi di un punto nel derby casalingo contro la Robur Siena, dall'altra il difensore genovese non può ritenersi altrettanto soddisfatto in chiave individuale, non riuscendo ad esprimersi al meglio contro la squadra di Atzori. In testa alla classifica, a punteggio pieno, l'ambiziosa Spal espugna il campo del Rimini per 1-0, ma la prestazione di Alessandro De Vitis, entrato al 20' della ripresa, è macchiata dall'espulsione per doppio giallo rimediata appena prima del fischio finale, per un ingenuo fallo a centrocampo.