Hromada fa volare il Viktoria Plzen, Fedato in crescita, De Vitis baluardo blucerchiato a Latina

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
 di Andrea Vazzoler  articolo letto 1819 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Hromada fa volare il Viktoria Plzen, Fedato in crescita, De Vitis baluardo blucerchiato a Latina

Continua la nostra rubrica volta a monitorare tutti i ragazzi blucerchiati prestati ai vari club, in Italia e all'estero. Un avvio di stagione fatto di alti e bassi, quello dei giovani di proprietà della Sampdoria, tra chi fatica a trovare spazio nelle nuove realtà e chi invece si è già integrato e sta mostrando tutto il suo valore.

Chi sta vivendo un momento brillante è sicuramente il centrocampista slovacco Jakub Hromada in forza al Viktoria Plzen in Repubblica Ceca che, partendo ancora da titolare, contribuisce con uno stupendo gol nella vittoria contro lo Slovan Liberec di sabato per 2-1. Il giovane blucerchiato, dopo aver addomesticato la palla ribattuta fuori dall'area conseguentemente ad un corner, sferra un gran destro al volo che si infila nel sette alle spalle del portiere del Liberec, un eurogol che permette alla squadra di Plzen di consolidare il terzo posto in classifica.

Ottimo anche l'andamento del centrocampista croato Karlo Lulic che si sta sempre più ritagliando spazi importanti nell'ambiziosa NK Osijek con già cinque presenze, un gol, e altri buoni venti minuti nell'ultimo vittorioso match per 1-0 nello scontro al vertice contro la Dinamo Zagabria.

In Serie B, continua il difficile avvio di campionato del Latina, e insieme alla squadra, anche dei cinque blucerchiati in prestito: di questi trova spazio il solito De Vitis che, pur giocando in un ruolo non propriamente suo, continua a mostrare duttilità e forza fisica a centrocampo, qualità che tuttavia non bastano per evitare la sconfitta nel derby contro il Frosinone (solo panchina per Rocca, Criscuolo e Rolando).

Il Bari trova un buon punto a Vicenza ma ritrova soprattutto un ottimo Fedato che, partito dalla panchina, è quello che più di tutti, nella ripresa, riesce a dare fastidio alla retroguardia biancorossa con insidiosi cross dal fondo per gli avanti pugliesi. In chiaroscuro David Ivan, che dopo un buon primo tempo, perde gradualmente smalto ed efficacia nella ripresa fino alla sostituzione avvenuta negli ultimi minuti del match.

A Brescia, Bonazzoli e Martinelli, giocano entrambi per novanta minuti in una partita difficile per le rondinelle che riescono ad agguantare il pareggio contro il Perugia solo nel recupero di tempo con Torregrossa, mentre a Terni continua il momento non felice di Antonio Palumbo, che neanche contro lo Spezia di Mimmo Di Carlo trova il gettone di presenza.

In Lega Pro nessuna presenza per i giovani blucerchiati, così come per Leonardo Capezzi nel posticipo di Serie A del lunedì che ha visto il suo Crotone uscire sconfitto dal Castellani di Empoli per 2-1.