Fedato in rete con il Modena, Tozzo e Falcone sicuri tra i pali, Eramo supporta l'attacco rossoverde

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito o comproprietà nelle serie minori.
 di Lidia Vivaldi  articolo letto 2730 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Fedato in rete con il Modena, Tozzo e Falcone sicuri tra i pali, Eramo supporta l'attacco rossoverde

Turno complessivamente positivo per i giovani blucerchiati in prestito e comproprietà lontano da Genova, a cominciare dall’importante vittoria del Cesena di Massimo Volta nello scontro salvezza con il Parma. I romagnoli, passati in vantaggio con Pulzetti, vedono sfumare la vittoria a causa di un’incomprensione tra Cascione e Leali che sfocia in un clamoroso autogol, ma trovano la rete del definitivo 2-1 a pochi minuti dal termine con una zampata di Rodriguez. In campo per quasi tutta la ripresa, in sostituzione dell’infortunato Lucchini, Volta entra subito in partita, dimostrandosi attento e concentrato.

Vittoria in rimonta anche per la Ternana, ospite del Pescara all’Adriatico. È un’altra gaffe difensiva, che coinvolge il portiere di casa Aresti e il difensore Zampano, cresciuto nel vivaio blucerchiato, ad aprire le marcature regalando alla Ternana un inaspettato vantaggio a pochi giri di lancetta dall’inizio del match. Pareggia i conti poco dopo un altro ex doriano, l’islandese Bjarnason, colpendo di testa per l’1-1, ma infine è la Ternana ad avere la meglio, passando al 70’ con Ceravolo. Buona la prestazione di Mirko Eramo, schierato dal primo minuto nel cuore del centrocampo rossoverde, e abile a dare supporto alla manovra d’attacco nella prima frazione, quando la Ternana soffre maggiormente l’impatto degli avversari.

Prosegue sotto i migliori auspici l’avventura di Francesco Fedato a Modena: l’attaccante blucerchiato, alla sua seconda presenza con la casacca dei canarini, mette la firma sul posticipo del Braglia pareggiando nel finale il gran gol di Monachello. Nella gara contro il Lanciano l’ex Catania parte titolare, e si dimostra da subito molto vivace sulla fascia sinistra, impegnando Nìcolas con un bel destro già in chiusura di primo tempo. La rete arriva però all’85’, con un rapido inserimento in area ed un tiro a botta sicura su assistenza dal fondo di Granoche.

Nel girone A di Lega Pro il Novara torna alla vittoria dopo oltre un mese di digiuno, superando l’Alessandria per 2-1 nel derby piemontese. Dei due blucerchiati in forza agli azzurri soltanto il portiere Andrea Tozzo è della sfida: dopo alcune prestazioni sottotono l’estremo difensore si riscatta controllando senza problemi le incursioni avversarie, e superandosi in tuffo sull’improvvisa conclusione al volo di Obodo all’11’. La rete incassata dai padroni di casa è propiziata da un errore di tempismo in difesa, ma con l’eurogol di Dickmann, giocatore accostato anche alla Samp nella sessione invernale di mercato, il Novara mette al sicuro i tre punti e sale al terzo posto, superando in graduatoria proprio l’Alessandria.

Ritorno alla vittoria dopo alcuni turni negativi anche per il Como, che sbanca il Menti di Vicenza con le reti di Castiglia e Scapuzzi. Per il portiere blucerchiato Wladimiro Falcone molto lavoro nel primo tempo, quando il Real Vicenza produce le migliori occasioni da rete: prima si oppone al velenoso cross dal fondo di Bruno, poi neutralizza una punizione di Dalla Bona, mentre alla mezz’ora è il palo ad aiutare l’estremo difensore deviando il tiro di Cristini. I lariani si dimostrano più efficaci nella ripresa, portandosi in doppio vantaggio, e nel finale mister Sabatini concede qualche minuto di gioco anche all’altro ex Primavera, Gabriele Rolando.

Infine, una Pistoiese sfortunata rientra a mani vuote dalla trasferta di Piacenza, nonostante sia proprio la squadra toscana a mantenere il pallino del gioco per la maggior parte dell’incontro. La svolta al Garilli è determinata dal clamoroso errore del portiere Ricci, che al 70’ non trattiene un innocuo tiro-cross di Matteassi, mentre il raddoppio dei padroni di casa arriva appena prima del fischio finale, con un contropiede di Speziale. In campo per tutto il match il difensore doriano Luca Piana, autore di una prova discreta.