Eramo regala la vittoria al Trapani, prima rete per Torreira, in ombra i blucerchiati a Lanciano

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
 di Lidia Vivaldi  articolo letto 3438 volte
© foto di Federico Gaetano
Eramo regala la vittoria al Trapani, prima rete per Torreira, in ombra i blucerchiati a Lanciano

Settimane intense quelle di fine inverno per i giovani blucerchiati in prestito impegnati in Serie B, nelle categorie minori e all'estero. In cadetteria il recente turno infrasettimanale di campionato ha visto protagonista Mirko Eramo, autore del gol vittoria del Trapani contro il ben più quotato Pescara. I siciliani di Cosmi si dimostrano più in forma degli avversari riuscendo a passare in vantaggio all'Adriatico grazie a Citro, e a nulla vale il momentaneo pareggio in elegante girata dell'ex blucerchiato Fornasier, poiché sul fronte opposto, in pieno recupero, Fiorillo viene infilato dalla conclusione in contropiede dell'ex compagno di Primavera Eramo, abile a sfruttare con un inserimento di grande tempismo il buon assist di Petkovic.

Magro il bottino del Pescara nelle ultime due settimane: la sconfitta con il Trapani segue infatti altri due risultati deludenti, la clamorosa debacle di Cagliari ed il pareggio casalingo contro l'Ascoli. A dare speranza nella trasferta in terra sarda era stato il doriano Lucas Torreira che, con la sua prima rete in campionato, aveva trasformato al 2' un perfetto schema su calcio di punizione. Ma il dominio nella prima frazione non basta agli uomini di Oddo per imporsi sulla capolista: la reazione del Cagliari ed un rigore non concesso a Lapadula si traducono nel 2-1 dei rossoblu, concedendo al Pescara soltanto l'onore delle armi. Oltre al gol, Torreira si dimostra in crescita dando un sostanziale apporto a centrocampo, e si riconferma sette giorni dopo contro l'Ascoli, sfiorando la marcatura con una girata da fuori area che impensierisce Lanni nell'intenso finale di gara.

Si mantiene in piena zona play-off anche il Brescia, che conquista 6 dei 9 punti disponibili negli ultimi turni. All'inattesa sconfitta di Modena seguono i successi su Como e Avellino, che proiettano gli uomini di Boscaglia al sesto posto, superando Entella e Bari. Al Rigamonti la pratica Como è sbrigata da Morosini, autore di una doppietta, anche se non mancano le proteste lariane per un presunto fuorigioco sul definitivo 2-1 dei padroni di casa. Il blucerchiato Alessandro Martinelli costituisce con Mazzitelli una solida diga a centrocampo, guadagnandosi la sufficienza in pagella con una prova di sostanza soprattutto in interdizione, e si ripete nel turno infrasettimanale contro l'Avellino, deciso dalla rete siglata da Antonio Caracciolo nel finale di primo tempo. 

Con i 4 punti raccolti nelle gare con Bari e Como il Lanciano muove la propria classifica ed aggancia la Pro Vercelli in zona play-off, ma per i giovani blucerchiati approdati in rossonero nel mercato di gennaio non si tratta di un momento brillante. Il centrocampista Michele Rocca, partito sempre titolare, fatica in particolare nelle trasferte di Spezia e Como; migliore, ma non oltre il compito minimo, la sua prestazione nella preziosa vittoria casalinga contro il Bari propiziata dal gran gol di Ferrari. Federico Bonazzoli trova invece spazio da subentrato nei minuti finali della gara del Picco, mentre a Como viene scelto da Maragliulo per partire dal primo minuto, non trovando tuttavia l'occasione giusta per pungere. 

Nel girone A di Lega Pro si fa sempre più critica la situazione della Pro Patria, incapace di sfruttare le sfide contro avversarie alla portata come Lumezzane e Cuneo, da cui i tigrotti escono a secco di punti. Al Paschiero, su un campo reso molto pesante da una forte nevicata, la squadra di Pala non riesce ad imporsi nonostante alla formazione di casa mancasse la vittoria da quasi tre mesi. Tra le fila dei lombardi, nel giorno del 97° anniversario della fondazione del club, partono titolari i due doriani Gianluca Sampietro e Georges Petdji Tsila: il mediano ex Ancona si dimostra in crescita dopo il rientro dal lungo stop per infortunio, mentre l'esterno camerunese fornisce il suo generoso apporto sulla fascia. 

Resta difficilissima anche la posizione di classifica del Savona, falcidiato dalle penalizzazioni lungo tutto l'arco della stagione. Soltanto un pareggio per gli striscioni negli ultimi due turni contro L'Aquila e Santarcangelo -anch'esse in difficili condizioni di classifica- maturato in Romagna grazie ad un 1-1 che sta stretto ai liguri. La squadra di Riolfo può rammaricarsi anche del risultato negativo della partita del Bacigalupo, terminata 2-1 per gli ospiti nonostante le occasioni create. Tra i pali Wladimiro Falcone si conferma inamovibile, mentre l'altro giovane di scuola Samp, Mattia Placido, passato al Savona nel mercato di gennaio, gioca la sua prima da titolare contro il Santarcangelo. Per il portiere il bilancio personale è positivo, con la gara del Mazzola impreziosita da alcune buone parate, su tutte la deviazione di piede sul tiro a botta sicura di Guidone, pochi minuti prima del definitivo pareggio dello stesso Guidone, perso in marcatura da Placido. Il terzino blucerchiato si era tuttavia messo in evidenza in occasione del vantaggio ospite propiziando la rete di Palumbo con una bella progressione sulla destra rifinita da Morra.

Nei campionati esteri, terminata la pausa invernale, è tornata in campo anche la Fortuna Liga slovacca per la 20° giornata. Il blucerchiato Jakub Hromada ha ripreso da dove aveva interrotto a dicembre, ovvero da una maglia da titolare nello schieramento del Senica, impegnato nella trasferta di Podbrezová, terminata 1-0 per la formazione di casa. Primo gettone da titolare per Karlo Lulic, nello 0-0 dei Bohemians 1905 contro il Pribram.

Infine, presenze anche per i difensori impegnati in Serie D Simone Cataldo e Matteo Caracciolo, rispettivamente nel finale di Ligorna-Borgosesia (1-0) e dal primo minuto di Bustese-Piacenza (1-3). Per Luca Piana, invece, due turni da titolare al centro della difesa del Pro Piacenza, negli incontri contro Alessandria e Pavia, in cui fornisce prestazioni positive anche al cospetto di avversari quotati come l'alessandrino Bocalon.