Giampaolo: "Napoli bel banco di prova. La squadra fisicamente sta bene. Bereszynski lavoratore e ragazzo attento"

 di Alberto De Venuto  articolo letto 2735 volte
Fonte: Dal nostro inviato a Bogliasco: Andrea Piras
© foto di Federico De Luca
Giampaolo: "Napoli bel banco di prova. La squadra fisicamente sta bene. Bereszynski lavoratore e ragazzo attento"

Vigilia di campionato per la Sampdoria, attesa domani sera dalla difficilissima trasferta al San Paolo contro un Napoli molto pericoloso in attacco. Come di consueto, il giorno che precede la partita, ha parlato in conferenza stampa Marco Giampaolo. Il tecnico blucerchiato ha inizialmente presentato, elogiando, l'avversario di domani:

"La partita è impegnativa. Secondo me giochiamo contro la più bella realtà organizzativa del calcio italiano e non solo. Il Napoli è una squadra in grado di produrre un gioco offensivo di alto livello. Per noi sarà un bel banco di prova e ci darà la possibilità di capire a che punto siamo. Abbiamo l'obiettivo di stare in partita fino al 95' ". 

Quanto è importante l'approccio in uno stadio difficile? "Se non scendiamo in campo col piglio giusto ci fanno tre gol. E' fuori dubbio che bisogna avere l'attenzione che una partita di questo livello ti obbliga ad avere. Il Napoli propone un calcio offensivo ottimo, giocano un bel calcio". 

La squadra come sta? "La squadra, sul piano della salute fisica, sta bene. Chi ha avuto piccoli problemi li ha ancora. Dal punto di vista della capacità di giocare una partita al meglio delle possibilità lo vedremo domani sera".

Una prima impressione su Bereszynski ? "Bereszynski ha la faccia da Linetty, cioè di lavoratore e ragazzo attento. Son ragazzi molto educati, dediti alla causa. Sul piano delle conoscenze è qui da tre giorni, non so che giocatore sia. Non riesco a dare una valutazione se non quella di grande serietà e professionalità che è già importante. Un giocatore che gioca sulla linea difensiva e non ha conoscenza rischia di non fare bene".

Domani ci sarà anche la sfida fra lei e Sarri: "Domani è una sfida fra produttori cinematografici e non fra me e Sarri (ride ndr). Sarri è fra i migliori allenatore d'Europa. A vedere il Napoli ci si diverte, ha mille risorse".