Ghisleni: "Next Generation ha una forte finalità di scouting. Sicuramente andremo anche all'estero"

 di Serena Timossi Twitter:   articolo letto 749 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Ghisleni: "Next Generation ha una forte finalità di scouting. Sicuramente andremo anche all'estero"

Stefano Ghisleni, responsabile di Next Generation Sampdoria, ha spiegato in cosa consiste il progetto attuato dalla società blucerchiata ai microfoni di Samp Tv:

"E' un progetto formativo che consiste nell'unire tante realtà su tutto il territorio nazionale, da Torino a Catania, è un progetto di formazione dei tecnici e di condivisione di una cultura calcistica. Il progetto ha una valenza tecnica importante e gli obiettivi da questo punto di vista sono soprattutto la formazione dei tecnici, perché aumentando la formazione di tutti gli allenatori delle società si presume che migliori anche l'attività proposta - riporta Sampdorianews.net - . Le società dilettantistiche, compatibilmente con le loro strutture, cercheranno di perseguire e condividere gli obiettivi tecnici portati avanti e sviluppati dal Settore Giovanile della Samp e c'è anche un'attività di scouting importante. Si tratta anche di società dilettantistiche ben radicate nel territorio che quindi consentono a noi di fare una selezione nelle loro zone di competenza.

Il progetto consiste nel dividere le società in centri tecnici e società affiliate. Nei centri tecnici viene data più attenzione, quindi devono rispettare determinate condizioni (ad esempio nel numero dei tesserati) e quindi si tratta di società più radicate e più forti nella loro zona di competenza. A queste società riconosciamo dieci incontri da loro, un allenamento alle 15:00 e uno alle 17:00 e un incontro con l'allenatore; spesso ci fermiamo anche due giorni nelle realtà un po' più importanti dal punto di vista dello scouting.

Alle società affiliate non riconosciamo i dieci incontri. Quasi tutte le società affiliate ci stanno chiedendo quale sia il percorso per diventare centro tecnico. Abbiamo un centro tecnico d'élite a Roma, i ragazzi si allenano al centro sportivo dell'Acqua Acetosa con le maglie della Samp. Oltre ai dieci incontri da loro, sono previsti otto incontri standard da noi: gli allenatori vengono a visitare il centro sportivo del Settore Giovanile della Samp, partecipano agli allenamenti, inoltre ci sono cinque incontri con relatori di livello internazionale. Finora abbiamo avuto quello di presentazione del progetto con il responsabile del Settore Giovanile, Giovanni Invernizzi, e con mister Giampaolo. Sono previsti altri tre incontri anche con relatori di livello internazionale.

Il progetto ha una duplice valenza, tecnico e formativo tramite la condivisione delle metodologie di allenamento, e di valori. Tutte le società sottoscrivono un codice etico presente anche nel nostro sito.

Next Generation ha una forte finalità di scouting perché il fatto di dare a determinate società il nome Samp le rende più forti nel loro territorio; noi cerchiamo società che da un lato siano forte e rappresentative da un punto di vista tecnico e di valore, ma abbinare il loro valore a quello della Samp le rende sicuramente società di riferimento per il territorio e questo favorisce ovviamente una selezione.

Abbiamo fatto diversi raduni dall'inizio dell'anno in quasi tutti i centri tecnici e il livello dei ragazzi proposti è stato importante. Il progetto è stato richiesto anche all'estero, stiamo preparando un progetto di formazione per realtà straniere che ci hanno chiesto questo servizio e ci è stato chiesto un progetto di formazione di una settimana con tecnici stranieri con vari momenti in seguito durante l'anno, quindi sicuramente andremo anche all'estero".