Gianni Improta sulla sfida di domani: "Prevedo una gara dura ma allo stesso tempo piacevole"

 di Andrea Piras  articolo letto 353 volte
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Gianni Improta sulla sfida di domani: "Prevedo una gara dura ma allo stesso tempo piacevole"

Il doppio ex della partita Gianni Improta, blucerchiato nella stagione 1974-1975, ha presentato ai taccuini di resport.it la sfida del "Menti" tra la Samp e la Juve Stabia:

“La squadra stabiese ha fatto grandi cose. Merito di Braglia, della società, dei calciatori e dell’ambiente. A loro non può che andare un elogio incondizionato.

Il campionato delle Vespe è stato fantastico. Per una matricola si è trattata di una stagione strepitosa. La Juve Stabia gioca un bel calcio e i risultati che ha ottenuto sono sotto gli occhi di tutti. Playoff? Non credo che si potesse chiedere di più a questa squadra che, senza la penalizzazione, sarebbe ancora lì a giocarsela.

Sau? Si sta confermando alla grande così come Insigne che l’anno scorso ho seguito a Foggia. Marco è pronto per la serie A proprio come Insigne anche se fisicamente non sono dei colossi. Colombi e Seculin che si sono alternati più che bene.

La Samp? Al momento è la squadra da battere. Dopo le difficoltà iniziali si è assestata. Prevedo una gara dura ma allo stesso tempo piacevole e chissà che non esca una sorpresa.

Braglia? Piero ha fatto un lavoro eccezionale. Lui è uno che viene dalla gavetta e che sul campo lavora seriamente. La Juve Stabia rispecchia in pieno il suo carattere, quello di non arrendersi mai. Gli auguro di approdare in serie A magari con la Juve Stabia”.