Verso il Bari: novità in difesa, davanti torna Juan Antonio, in mezzo spazio a Soriano?

Iachini potrebbe concedere un turno di riposo a Munari, in porta certo l'impiego di Da Costa al posto dell'infortunato Romero.
 di Niccolò Bagnoli  articolo letto 701 volte
© foto di Federico De Luca
Verso il Bari: novità in difesa, davanti torna Juan Antonio, in mezzo spazio a Soriano?

E’ iniziata la marcia della Sampdoria verso il prossimo impegno di campionato, in casa contro il Bari, nuovo crocevia verso l’infinita corsa ai playoff per la scalata alla serie A.

Nell’undici titolare che mister Iachini dovrebbe proporre per affrontare i Galletti, dovrebbero esserci delle novità rispetto alla formazione anti-Vicenza, come riportato dal Corriere Mercantile.

Certa l’assenza per almeno due turni dell'infortunato Sergio Romero, in porta ci sarà Angelo Da Costa, che davanti a sé dovrebbe avere nel ruolo di centrali il confermatissimo Jonathan Rossini e capitan Gastaldello, uscito malconcio dal match contro i veneti ma sul cui recupero lo staff medico blucerchiato mostra un cauto ottimismo. Non dovesse farcela, spazio a Massimo Volta.

Novità invece per quanto riguarda i terzini. A destra Gaetano Berardi, che a Vicenza si è addirittura accomodato in tribuna, dovrebbe riprendersi il posto a scapito di Andrea Rispoli, piuttosto sotto tono nelle ultime due uscite, mentre a sinistra Andrea Costa dovrebbe rimpiazzare Zsolt Laczko.

Qualche movimento anche a centrocampo, dove Pedro Obiang e Renan dovrebbero mantenere il loro posto, mentre a Gianni Munari potrebbe essere concesso un turno di riposo che libererebbe di fatto il posto per l’impiego di Roberto Soriano.

In attacco dovrebbe esserci il ritorno di Juan Antonio dal primo minuto, al posto di Pasquale Foggia, come trequartista alle spalle della coppa Nicola Pozzi-Eder.

L’argentino e il bomber di Sant’Arcangelo di Romagna tuttavia sono alle prese con qualche lieve fastidio fisico; non dovessero farcela dal primo minuto, al loro posto dentro rispettivamente il folletto di Napoli e Graziano Pellè.