Domenica 20 Aprile 2014
LE CRONACHE
27 Apr 2014 15:00
Serie A TIM 2013-2014
  VS  
Sampdoria   Chievo Verona
[ Precedenti ]
DARESTE SPAZIO A FIORILLO TRA I PALI IN QUESTO FINALE DI CAMPIONATO?
  
  
  

Daily Network
© 2014
LE CRONACHE

Tre goal doriani, tripletta Pozzi, il debutto della terza vittoria consecutiva: 3 punti Samp per consolidare la zona play-off (3-1)

06.05.2012 16:15 di Diego Anelli  articolo letto 952 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nella giornata dei “3” la Sampdoria prosegue la sua clamorosa rimonta del girone di ritorno, portando a casa la settima vittoria casalinga nelle ultime 8 apparizioni interne e per la prima volta in campionato trova il terzo successo consecutivo.

Nonostante l’obiettivo play-off fosse ormai diventata una chimera, la Reggina fa la sua partita, è ben messa in campo, tiene piuttosto bene il possesso palla e prova a mettere in difficoltà la retroguardia doriana priva di Romero e Gastaldello, soprattutto grazie ai guizzi di Campagnacci e ai tagli di Ceravolo. È comunque la Sampdoria a fare la partita ed è brava a sbloccare il risultato al primo vero e proprio tentativo offensivo: al 13’ sulla fascia sinistra Eder fa impazzire la retroguardia amaranto, crossa in centro per Pozzi, bravo ad anticipare Angella e a trovare l’angolino più lontano con un tocco di prima intenzione, anche grazie alla deviazione dello stesso difensore.

La Reggina non sta assolutamente a guardare, si getta subito in avanti alla ricerca del pareggio e lo sfiora in due occasioni sempre con Ceravolo, prima di testa su traversone dalla destra di Angella, poi con una conclusione di prima intenzione sul primo palo su cross dal fondo di Campagnacci, ma senza trovare lo specchio della porta. Scampato indenne il pericolo la Sampdoria torna a fare la partita, schiaccia la Reggina nella propria metà campo e al 31’ dà l’ennesima dimostrazione di voler fare sul serio: Juan Antonio, dopo una percussione centrale di Rossini, prova la conclusione dal limite, Belardi si distende e gli dice di no, ma continuiamo a schiacciare sull’acceleratore con Rispoli, assolutamente immarcabile sulla destra, sul cui cross Renan in gioco aereo arriva per un non nulla in ritardo e l’occasione sfuma.

È comunque il preludio al raddoppio che giunge al 36’ quando Munari sfonda con eleganza sull’out destro e crossa sul lato opposto per Pozzi, lesto a bruciare in dribbling il suo diretto marcatore e a superare Belardi con una conclusione secca sul primo palo. A questo punto c’è un’unica squadra in campo, la Sampdoria, nonostante qualche imprevisto, come l’infortunio occorso a Juan Antonio, sostituito da Foggia. Il pallino del gioco resta in pugno ai blucerchiati, l’unico sussulto della Reggina è firmato Campagnacci, con un colpo di testa deviato in corner da Volta, sostituto dello squalificato Gastaldello.

Il fatto di aver trovato il raddoppio prima dell’intervallo carica a mille la Sampdoria che ad inizio ripresa, soltanto nel giro di 11 minuti, crea un incredibile numero di occasioni da rete. Eder lancia Foggia sul filo del fuorigioco ma l’ex laziale si allunga ma non trova la sfera, Belardi respinge di pugno la conclusione da fuori operata da Obiang, Eder prova a rifare in fotocopia l’azione del raddoppio di Modena ubriacando di finte gli avversari sull’out destro e crossando in centro, ma Renan è in ritardo sul secondo palo. Non dimentichiamo poi un’azione corale da applausi, partita dai piedi di Rispoli, proseguita da Munari (il quale poco dopo sciupa un’occasionissima a tu per tu con  Belardi dopo un favorevole rimpallo), raffinata dal tacco in corsa di Pozzi e terminata con una conclusione a botta sicura di Foggia murata dalla retroguardia amaranto.

È un tiro al bersaglio, sciupiamo l’impossibile, ma fortunatamente il 3-0 arriva comunque, sempre con Pozzi, autore di un gran goal con un bolide di prima intenzione ad incrociare sul secondo palo capitalizzando al meglio l’ottimo lancio in profondità di Obiang, bravo a trasformare immediatamente l’azione da difensiva in offensiva. È il minuto 15 della ripresa, Iachini decide di mettere dentro Pellè proprio al posto di Pozzi, regalandogli un’autentica standing-ovation e facendolo respirare in vista degli impegnativi incontri che attendono ancora la Sampdoria, che però, da questo momento, è sì brava ad amministrare la sfida per diversi minuti, ma poi, causa stanchezza fisica e rilassamento mentale, stacca un po’ presto la spina e subisce il goal della Reggina firmato dal neo-entrato Melara al minuto 72.

È soltanto il goal della bandiera, eppure i calabresi danno quasi la sensazione per alcuni minuti di provare a costruire una bozza di rimonta, vedendo i blucerchiati stanchi sulle gambe e troppo rinunciatari. Ci provano Emerson su punizione e Rizzato al volo, ma senza trovare lo specchio della porta, poi è la volta di Da Costa dire di no al temibile tiro sul primo palo realizzato ancora da Melara. Non succede più nulla, a parte un gran intervento di Belardi su conclusione a giro di Foggia.

La Sampdoria porta in casa una meritatissima vittoria, un successo di fondamentale importanza in vista dell’impegno stasera del Padova contro il Torino e dell’insidiosa trasferta di Castellamare dove la Sampdoria recupererà lo squalificato Gastaldello e dovrà essere nuovamente accompagnata da un elevato numero di tifosi, sempre presenti anche in occasione delle trasferte più lontane.

 


Altre notizie - Le Cronache
Altre notizie
 

IL FIORILLO SHOW NON BASTA: SAMP SCONFITTA ANCHE A CATANIA (2-1)

Il Catania, molto più motivato della Samp, vince per 2-1 e spera ancora di poter dire la sua nella corsa salvezza. Nella Samp il migliore in campo per distacco è Fiorillo che si supera in numerose occasioni, evitando che il passivo fosse più severo per i bluc...

ESCLUSIVA RSN - ASCIOTI: "IL CONVEGNO DI ROMA È STATO UNA PIETRA MILIARE PER QUANTO RIGUARDA L'OPPOSIZIONE ALLA "TESSERA DEL TIFOSO"

La "voce" della Federclubs Riccardo Ascioti non le manda a dire. Intervistato in esclusiva da Radio Sampdorianews n...

ESCLUSIVA SN - "LA ROVESCIATA SOTTO LA GRADINATA": "SAMPDORIA ATTUALMENTE SQUADRA PIÙ IN FORMA DEL CAMPIONATO. SAMP E FIORENTINA LE MIE DUE SQUADRE DEL CUORE"

Avendo raggiunto quota 40 punti in classifica, ed una salvezza praticamente conquistata, la Sampdoria può cominci...

ESCLUSIVA SN - "DAI BAZZANI SEGNA PER NOI": "LA RISPOSTA POSITIVA DEI GIOCATORI MENO IMPIEGATI DIMOSTRA CHE MIHAJLOVIC È AL CENTRO DELLO SPOGLIATOIO"

La risposta della squadra alla sconfitta di Bergamo è stata positiva, non solo per la vittoria con il Verona, ma anche...

ESCLUSIVA SN - ALDO DE SCALZI: "SALVEZZA OTTIMO TRAGUARDO. FONDAMENTALE RINNOVARE CON MIHAJLOVIC, MA PER IL FUTURO SERVE UN PORTIERE CON PIÙ CARISMA"

Ognuno di noi conosce le toccanti note di "Lettera da Amsterdam", un vero e proprio inno che la tifoseria doriana d...

SUPER HANDANOVIC SOFFOCA LA REAZIONE DELLA SAMP IN DIECI (0-4)

Partita che dura un tempo al "Ferraris" tra Samp e Inter. Succede tutto nei primi 45 minuti dove l’Inter pass...

WSZOLEK, BJARNASON E SALAMON NON LASCIANO TRACCE, SANSONE RITROVATO NELLA RIPRESA

Fiorillo 8: come dopo la gara di Coppa Italia a Roma chiunque si chiederebbe “ma come fa ad essere acquistato in compro...

L'ECO DEGLI APPLAUSI. AUGURI A SHKODRAN MUSTAFI

A giudicare dalla sua sicurezza e dalla spiccata personalità con cui calca il rettangolo di gioco, Shkodran Mustafi no...
 
Juventus 90
 
Roma 82
 
Napoli 68
 
Fiorentina 58
 
Inter 56
 
Milan 51
 
Parma 51
 
Torino 49
 
Lazio 49
 
Hellas Verona 49
 
Atalanta 46
 
Sampdoria 41
 
Genoa 39
 
Udinese 39
 
Cagliari 36
 
Chievo Verona 30
 
Bologna 28
 
Sassuolo 28
 
Livorno 25
 
Catania 23

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy