Venerdì 18 Aprile 2014
IL PAGELLONE
19 Apr 2014 15:00
Serie A TIM 2013-2014
  VS  
Catania   Sampdoria
[ Precedenti ]
DARESTE SPAZIO A FIORILLO TRA I PALI IN QUESTO FINALE DI CAMPIONATO?
  
  
  

Daily Network
© 2014
IL PAGELLONE

Maresca cervello della squadra, il goal esalta Maxi Lopez

03.09.2012 00:15 di Diego Anelli  articolo letto 1702 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Romero 6,5: poche volte impegnato, ma si fa sempre trovare pronto. Attento sulla rasoiata di Del Grosso dalla lunga distanza prima dell’intervallo, tempestivo con il suo caratteristico stile nelle uscite.

Costa 6,5: diligente in copertura, centrocampista aggiunto in fase di manovra. Diversi suoi cross particolarmente invitanti avrebbero meritato migliore fortuna.

Gastaldello 6,5: gioca spesso d’anticipo sugli attaccanti bianconeri, trasformando subito l’azione da difensiva in offensiva. Non corre grossi pericoli, controlla con esperienza ed efficacia la propria zona di competenza. Compie un fallo non da lui, non da un difensore di qualità e d’esperienza in occasione del rigore, ma si riscatta pochi minuti dopo con l’ennesima incornata vincente.

Rossini 6: un’altra prova positiva nella massima serie dopo quella offerta a S. Siro. Una nuova conferma del suo livello.

Berardi 6: presidia bene la propria fascia di competenza nell’arco dei primi 45’, soffre eccessivamente nella prima parte della ripresa, nella quale il Siena sfonda con eccessiva facilità. Si sgancia spesso in avanti, non sempre i suoi cross si contraddistinguono per precisione.

Obiang 6,5: una prestazione un po’ più “normale” rispetto a quella monumentale offerta a S. Siro. Imposta, cattura molti palloni e prova a verticalizzare, con minore precisione e continuità rispetto alla prima giornata. La perla è l’assist per il goal di Gastaldello, dimostrandosi uno specialista nei cross, il goal di Soriano a Barcellona non fu un caso.

Maresca 7: da anni aspettavo il suo ritorno in Italia ed è stata proprio la Sampdoria ad “accontentarmi”. Esperienza, senso della posizione,capacità di verticalizzare, corre tanto e bene, non spreca energie. Centrocampista universale e prezioso, capace di “sentire” i momenti topici della gara, le difficoltà della squadra e di prenderla per mano. Sfiora anche la gioia personale colpendo la traversa su punizione.

Poli 6: prova più volte la triangolazione nel breve con i compagni, non riuscendo però mai a provare la conclusione. Non appare ancora al top, ma il suo contributo alla causa blucerchiata c’è eccome in termini di corsa, impegno e volontà nel proporsi in avanti. Viene sostituito a mezz’ora dalla fine, quando forse era quasi in riserva.

(60’ Munari 6: mette sostanza, freschezza fisica ed esperienza nel cuore del centrocampo, tentando anche la carta degli inserimenti senza palla).

Estigarribia 6,5: quando parte in velocità diventa imprendibile, non sempre è precisissimo nei servizi ai compagni, ma dopo tanta corsa si può perdere lucidità nei momenti clou. Da buon giocatore potrà diventare un campione soltanto se e quando riuscirà a tramutare velocità e qualità tecniche in concretezza  e freddezza sotto rete. Prezioso tatticamente anche in fase di copertura al servizio della squadra.

Maxi Lopez 7: nel primo tempo la sua presenza rischia di passare quasi inosservata, pochi palloni giocabili, ma piuttosto avulso dal gioco e non mobilissimo in fase di non possesso. Poi il goal, un gran goal che trasforma la sua gara. Da quel momento diventa spesso immarcabile, diventa fondamentale in fase di sponda per far salire la squadra, vince molti contrasti fisici con i difensori senesi e fraseggia meglio con i compagni. (85' Pozzi n.g.).

Eder 6,5: gli è mancato soltanto il goal, lo sfiora in due occasioni nei primi 45’ e colpisce il palo su punizione nel corso della ripresa. Encomiabile per impegno, corsa e spirito di sacrificio. In serie A deve finalmente dimostrare di aver trovato il feeling con il goal, ma ha i mezzi tecnici e la voglia per raggiungere la definitiva consacrazione.

(71' Krsticic 6: tanti palloni recuperati, altrettanti persi ingenuamente nel cuore del centrocampo).

All. Ferrara 6,5: la sua Sampdoria cresce partita dopo partita, ha un gioco, un’identità chiara e precisa, ha un’anima e un cuore, restano comunque vari elementi sui quali lavorare. In primo luogo il calo forse mentale ad inizio ripresa, dove la squadra è apparsa in calo dal punto di vista psicologico e ha subito il ritorno del Siena, facendosi schiacciare troppo nella propria metà campo. Le numerose occasioni da rete create meritano una migliore concretizzazione. La sosta può essere preziosa in tale ottica. 2 vittorie in altrettante gare rappresenta un bottino inimmaginabile alla vigilia del campionato. Questa Sampdoria merita applausi.

 


Altre notizie - Il Pagellone
Altre notizie
 

#ESEMPREDERBY: SORIANO, ORA SEI UN CENTROCAMPISTA COMPLETO

Gioie, dolori, liberazioni, sofferenze, emozioni, delusioni che trovano il loro apice in quei 180 minuti, ma si provano, si toccano con mano, battono dentro di noi in ognuno dei 365 giorni nei gradoni delle gradinate, alla colazione al bar, al campetto con gli amici, in tv, in og...

ESCLUSIVA RSN - ASCIOTI: "IL CONVEGNO DI ROMA È STATO UNA PIETRA MILIARE PER QUANTO RIGUARDA L'OPPOSIZIONE ALLA "TESSERA DEL TIFOSO"

La "voce" della Federclubs Riccardo Ascioti non le manda a dire. Intervistato in esclusiva da Radio Sampdorianews n...

ESCLUSIVA SN - "LA ROVESCIATA SOTTO LA GRADINATA": "SAMPDORIA ATTUALMENTE SQUADRA PIÙ IN FORMA DEL CAMPIONATO. SAMP E FIORENTINA LE MIE DUE SQUADRE DEL CUORE"

Avendo raggiunto quota 40 punti in classifica, ed una salvezza praticamente conquistata, la Sampdoria può cominci...

ESCLUSIVA SN - "DAI BAZZANI SEGNA PER NOI": "LA RISPOSTA POSITIVA DEI GIOCATORI MENO IMPIEGATI DIMOSTRA CHE MIHAJLOVIC È AL CENTRO DELLO SPOGLIATOIO"

La risposta della squadra alla sconfitta di Bergamo è stata positiva, non solo per la vittoria con il Verona, ma anche...

ESCLUSIVA SN - ALDO DE SCALZI: "SALVEZZA OTTIMO TRAGUARDO. FONDAMENTALE RINNOVARE CON MIHAJLOVIC, MA PER IL FUTURO SERVE UN PORTIERE CON PIÙ CARISMA"

Ognuno di noi conosce le toccanti note di "Lettera da Amsterdam", un vero e proprio inno che la tifoseria doriana d...

SUPER HANDANOVIC SOFFOCA LA REAZIONE DELLA SAMP IN DIECI (0-4)

Partita che dura un tempo al "Ferraris" tra Samp e Inter. Succede tutto nei primi 45 minuti dove l’Inter pass...

DE SILVESTRI IN RITARDO, OBIANG DELUDE, SORIANO RESTA IN PARTITA

Da Costa 5,5: non impeccabile sul vantaggio di Icardi. Nella ripresa un rinvio corto e una presa mancata rischiano di anticip...

L'ECO DEGLI APPLAUSI. AUGURI A SHKODRAN MUSTAFI

A giudicare dalla sua sicurezza e dalla spiccata personalità con cui calca il rettangolo di gioco, Shkodran Mustafi no...
 
Juventus 87
 
Roma 79
 
Napoli 67
 
Fiorentina 58
 
Inter 53
 
Parma 51
 
Torino 48
 
Milan 48
 
Lazio 48
 
Atalanta 46
 
Hellas Verona 46
 
Sampdoria 41
 
Genoa 39
 
Udinese 38
 
Cagliari 33
 
Chievo Verona 30
 
Bologna 28
 
Livorno 25
 
Sassuolo 25
 
Catania 20

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy