VERSIONE MOBILE
tmw
 Venerdì 27 Marzo 2015
I COLORI DEI NOSTRI CAMPIONI
04 Apr 2015 18:30
Serie A TIM 2014-2015
  VS  
Fiorentina   Sampdoria
[ Precedenti ]
SCEGLI IL TUO SAMPDORIA MVP DI SAMP- INTER!
  
  
  
  
  
  
  

I COLORI DEI NOSTRI CAMPIONI

Il cuore pieno di battiti. Auguri a capitan Gastaldello

25.06.2012 08:00 di Serena Timossi  articolo letto 1025 volte
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

Agli occhi di un osservatore esterno non appassionato di calcio, il tifoso a volte deve sembrare una strana manifestazione di un curioso fenomeno di masochismo. Proviamo a vederci con gli occhi dell'ipotetico osservatore, cui diamo un'immagine stravolta di noi stessi per 90' più recupero, trafelati dalla sofferenza, con uno sguardo al campo e uno al cronometro, con la voce che improvvisamente acquisisce toni e sfumature diverse nel bel mezzo dei cori, con i riti atavici cabalistici di cui ci rendiamo ostaggio, con le esultanze e le urla liberatorie di cui probabilmente non ci credeva capaci. Figurarsi se, a questo studioso del comportamento, dovessi dichiarare che al goal di Gastaldello in Sampdoria-Varese mi sono riempita di lividi, travolta dalla gioia incontenibile della gradinata, eppure ho continuato a sorridere e avrei rivissuto quel momento altre mille volte. Probabilmente mi direbbe che si tratta di una malattia contagiosa e priva di cura, visto che un intero stadio, a cui si univano i blucerchiati che seguivano la gara da casa, manifestava gli stessi sintomi.

Facciamo un passo indietro e riviviamo quel Sampdoria-Varese, finale di andata dei playoff 2011/2012 in cui una doppietta di Daniele Gastaldello, unita alla rete del solito Nicola Pozzi, ci ha consentito di superare la squadra lombarda 3-2, in una partita avvincente e rocambolesca. E' il 21' del primo tempo quando il centrale veneto insacca di testa su corner di Renan, scatenando la bolgia del Ferraris; la gioia non dura a lungo, perché la squadra ospite trova il pari appena tre minuti più tardi, con un gran tiro di Rivas, imparabile per Romero. A due giri di orologio dall'inizio della ripresa, è il bomber blucerchiato Pozzi a riportare in vantaggio la Samp, raccogliendo l'assist di Obiang, approfittando dell'errore di Troest e beffando Bressan con il 2-1. Il Varese non si arrende e raggiunge nuovamente la Samp con De Luca.

Il 2-2 obbligherebbe la Samp alla vittoria esterna, riducendo le speranze; i tifosi continuano a spingere la squadra, ma quando Soriano, in piena area di rigore, spedisce sopra la traversa un pallone che aspettava di essere spinto in rete, sembra che la serata sia nefasta. Poi, a dieci minuti dal triplice fischio, arriva il goal da chi non ti aspetti, da chi in passato ha dimostrato di sapersi rendere utile facendo valere i suoi centimetri su corner, ma normalmente è chiamato a sventare le offensive avversarie. Daniele Gastaldello firma la doppietta: salta più in alto di tutti, colpisce di testa dal limite dell'area piccola e mette il pallone laddove Bressan non può arrivare. 3-2 Samp, esplode la gioia dei sostenitori, mentre il capitano blucerchiato è imprendibile persino per i suoi compagni, che lo inseguono nel tentativo di abbracciarlo.

Oggi Gastaldello compie 29 anni e per rivolgergli i migliori auguri ho preferito riavvolgere il nastro, partendo dalle scene che hanno preceduto la finale di ritorno e il grido "Serie A" propagatosi dall'"Ossola" di Varese sino a piazzale Kennedy, luogo della festa blucerchiata per una promozione sofferta e incredibile, ma meritata per la grande reazione mostrata nel girone di ritorno.

Gastaldello ha vissuto il biennio Mazzarri, la cavalcata Champions con Delneri e la nebulosa stagione della retrocessione sino alla risalita dagli "inferi" di qualche settimana fa, confermandosi il pilastro della difesa blucerchiata, il veterano della retroguardia capace di adattarsi a moduli diversi, di spronare i compagni, di trasmettere sicurezza al reparto arretrato e di assicurare una media di circa due goal a stagione, talvolta decisivi. La sua decisione in campo, combinata alla moderazione e alla pacatezza che lo contraddistinguono lontano dal terreno di gioco, lo hanno reso l'uomo ideale per ereditare la fascia di capitano, guidando la riscossa blucerchiata.

Sappiamo che quel fantomatico osservatore esterno a cui noi tifosi sembriamo a tratti masochisti non potrà comprendere le emozioni che la doppietta con il Varese del centrale di Camposampiero ha suscitato in noi. Lui probabilmente non ha familiarità con le farfalle nello stomaco, simili a quelle tipiche dell'innamoramento, che sentiamo quando siamo a contatto con il mondo blucerchiato. Non può capire che anche quando siamo pieni di lividi per una caduta continuiamo a sentire solo il tamburellare incessante di un cuore pieno di battiti.

 


Altre notizie - I Colori dei Nostri Campioni
Altre notizie
 

ESCLUSIVA SN - FRISOLI: "MOISANDER OTTIMO COLPO, FORTE FISICAMENTE E BRAVO DI TESTA. SI ESALTA NEI MATCH IMPORTANTI"

L'ultima sessione di trasferimenti si è conclusa lo scorso 2 febbraio, ma il mercato continua e la Sampdoria ha assestato un ottimo colpo in vista della prossima stagione. Niklas Moisander, centrale ventinovenne dell'Ajax, ha recentemente sottoscritto un contratto ...

ESCLUSIVA SN - PRIMAVERA, CORSINI: "IL NOSTRO GIRONE È IL PIÙ COMPETITIVO, LA FORZA DEL GRUPPO È FONDAMENTALE. FELICE DI INDOSSARE QUESTA MAGLIA"

Un suo tocco al volo, un pallonetto dalla parabola perfetta a pochi giri di lancetta dal 90' di Sampdoria-Trapani,...

ESCLUSIVA SN - DS EMPOLI: "SORIANO GIOCATORE DI LIVELLO GIÀ DA GIOVANISSIMO. EDER MERITA L'OPPORTUNITÀ DELLA NAZIONALE"

Quando il blucerchiato si tinge d’Azzurro è sempre motivo d’orgoglio per tutti i tifosi sampdoriani. Nel...

UN SILURO DI EDER PROIETTA LA SAMP DOVE SI PUÒ SOGNARE (1-0)

Live testuale su Sampdorianews.net, cronaca sulle frequenze di Radio19, Sampdorianews.net invita i propri lettori a seguire...

ETO'O IMMARCABILE, MURIEL REGALA MAGIE, ACQUAH ONNIPRESENTE

Viviano 6,5: i principali pericoli arrivano dai tentativi da fuori di Guarin. Sulla fucilata dal limite nella prima frazione...

COME UN PITTORE. AUGURI AL RITROVATO PEDRO OBIANG

Era il 27 marzo dell’anno scorso e nel fare gli auguri di buon compleanno a Pedro Obiang citavamo Mann: “Le...
 
Juventus 67
 
Roma 53
 
Lazio 52
 
Sampdoria 48
 
Napoli 47
 
Fiorentina 46
 
Torino 39
 
Milan 38
 
Inter 37
 
Genoa (-1) 37
 
Palermo 35
 
Empoli 33
 
Udinese (-1) 33
 
Chievo Verona 32
 
Sassuolo 32
 
Hellas Verona 32
 
Atalanta 26
 
Cagliari 21
 
Cesena 21
 
Parma (-2) 9*
Penalizzazioni
 
Parma -3

   Editore: TC&C srl (web content publisher since 1994) Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.