ESCLUSIVA SN - "Dai Bazzani segna per noi": "Samp, difesa alta e coraggio di colpire l'Inter. A San Siro le motivazioni nascono da sole"

Protagonista nella promozione e nella massima serie con la Sampdoria di Walter Novellino. Ora opinionista per Sampdorianews.net
 di Fabio Bazzani  articolo letto 1050 volte
ESCLUSIVA SN - "Dai Bazzani segna per noi": "Samp, difesa alta e coraggio di colpire l'Inter. A San Siro le motivazioni nascono da sole"

La Sampdoria rientra dalla pausa affrontando l’Inter in un tempio del calcio come San Siro, e lo farà priva di Muriel, uno tra i giocatori che hanno maggiormente caratterizzato il sul bel percorso in questa stagione.

L’assenza del colombiano non dovrebbe pregiudicare in modo incisivo l’approccio alla gara dei blucerchiati, ma certamente Luis Muriel e Patrik Schick hanno caratteristiche diverse. I blucerchiati dovranno rinunciare agli sprazzi che Muriel produce in campo aperto, ma sono comunque convinto che la grande qualità di Schick non lo farà rimpiangere. Il giocatore ha tra l’altro dimostrato più volte di saper fornire ampie garanzie e si è imposto come uno tra i giovani più interessanti del panorama della massima serie.

L’infortunio occorso a Muriel piuttosto fa dispiacere per quanto il giocatore aveva fatto fino a questo punto della stagione. La sfortuna purtroppo lo ha penalizzato in un momento sbagliato. Se stop ci deve essere, meglio che sia all’inizio del torneo, anche perché difficilmente ci si ricorda di quanto di buono un calciatore ha fatto nei mesi precedenti, mentre risulta facile ricordare le ultime prestazioni. Ma a parte questo sono convinto che la qualità di Muriel sia limpida e quindi anche questo incidente di percorso non penalizzerà la sua carriera e la considerazione che gli addetti ai lavori hanno di lui.

Il punto si sposta piuttosto su come sarà la partita di San Siro. In un certo senso sono i padroni di casa quelli che saranno obbligati a tenere le redini del gioco. Cercheranno di farlo contro una formazione come quella blucerchiata che non concede facilmente il controllo agli avversari e che a sua volta prova ad essere padrona della situazione imponendo il proprio gioco.

Ne uscirà comunque molto probabilmente una gara in cui i nerazzurri proveranno a produrre il massimo sforzo. La Sampdoria da parte sua dovrà curare molto bene la fase difensiva, ma dovrà farlo tenendo la linea alta e mettendosi in condizione di colpire l’Inter: deve avere il coraggio di farlo. Se si lascia premere la squadra milanese diventa troppo pericolosa.

Non sarà dunque un incontro facile per i blucerchiati, perché l’Inter grazie a Pioli ha trovato i giusti meccanismi e dispone di grandi talenti. Gli ospiti pertanto non dico che dovranno fare la partita perfetta, ma dovranno arrivarci molto vicini. Anche se la Samp ha comunque la qualità per poter far male.

La partita si colloca in un contesto particolare in relazione al campionato. Ho personalmente effettuato una ricerca dalla quale è emerso che non era mai successo in Serie A che le squadre fanalino di coda avessero accumulato così pochi punti. Ci troviamo quindi di fronte ad una situazione dove sia la parte alta che la parte bassa non dovrebbero riservare sorprese. Si gioca in pratica per un posto in Europa League.

Questo determina non certo un calo di pressione sui giocatori, perché sarebbe bugiardo sostenere un'affermazione del genere, ma siccome anche i calciatori sono uomini non approcciano certo le partite con la “ferocia” agonistico-sportiva di quando sono indispensabili i 3 punti. Questa analisi non si deve applicare però a Inter-Sampdoria, anche perché quando si gioca a San Siro le motivazioni nascono da sole: sarà partita vera.

RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE CONSENTITA PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE WWW.SAMPDORIANEWS.NET