ESCLUSIVA SN - CON IL ROSSO NON SI PASSA: "Ho letto le parole e lo sfogo del Presidente Garrone e per alcune cose sono d'accordo"

Indimenticato baluardo difensivo blucerchiato. Opinionista di spicco per Sampdorianews.net.
 di Mirko Conte  articolo letto 3616 volte
© foto di Gerolamo Calcagno/FDL71
ESCLUSIVA SN - CON IL ROSSO NON SI PASSA: "Ho letto le parole e lo sfogo del Presidente Garrone e per alcune cose sono d'accordo"

Ci sarebbero tante cose da dire in un momento un po' particolare della squadra e della società, ma io mi voglio soffermare soltanto su due cose: LA CESSIONE DI PALOMBO E LA SITUAZIONE SOCIETARIA. Inizio con il parlare di Angelo.

Sono state dette tanto cose al riguardo che forse sarebbe meglio che anche io non dicessi niente ma due considerazioni le faccio ugualmente: con Angelo io ho avuto la fortuna di giocarci e di conoscerlo come uomo soprattutto e di conseguenza so quanto sia stato attaccato a questa maglia e quanto ha fatto per lei, ed è normale che  dopo dieci anni ognuno di noi immaginava ANGELO SOLTANTO CON QUESTA MAGLIA fino alla fine della sua carriera, ma non è stato così.

Dispiace a tutti, anche a me che non sia successo ma capisco perfettamente la sua scelta, la capisco perchè andare in una squadra come l'Inter è un po' l'obiettivo di tutti quelli che da bambino iniziano a giocare a calcio, è un treno che passa poche volte nella vita di un calciatore ed è giusto che Angelo lo abbia preso a volo. Consideriamo anche che quest'anno ci sono gli Europei e giustamente lui vuole avere più visibilità per tornare del giro della nazionale. DISPIACE perché era un GROSSO PUNTO di RIFERIMENTO per la  SQUADRA, per i TIFOSI, (SOCIETA' NON LO SO) ma il campionato della Samp va avanti e non si può permettere, vista la situazione della classifica, di  perdere tempo pensando a ciò che è stato fatto e a ciò che si poteva fare.

Quindi bisogna cominciare a pedalare e a pedalare davvero forte, quindi faccio un grosso in bocca al lupo ad Angelo per questa nuova avventura e ora questione SOCIETA’. Ho letto le parole e lo sfogo del Presidente Garrone e io per alcune cose sono d'accordo. Vorrei soltanto ricordare una cosa a tutti: nel mio secondo anno alla Samp si è vissuta una stagione davvero difficile, rischio retrocessione in C1 e ancora peggio rischio fallimento. Siamo riusciti dopo tante difficoltà a salvarci strappando con i denti una salvezza davvero insperata, ma cosa più importante, la famiglia Garrone prese la società per i capelli e la salvò da un fallimento ormai quasi scontato.

Dovremmo ringraziarli per ciò che hanno fatto e per non aver permesso che una squadra come la Sampdoria calpestasse campi di periferia, poi tutti possono sbagliare, ma ogni tanto tornate con la mente a quel periodo, molto probabilmente ci pensereste due volte prima di contestare a prescindere da qualsiasi cosa loro pensino o facciano. Un abbraccio a tutti e Forza Samp, sempre…