Settima gioia per Corazza, Fornasier convince all'esordio, ritorno tra i pali per Fiorillo

 di Lidia Vivaldi  articolo letto 2809 volte
© foto di Marcello Casarotti/TuttoLegaPro.com
Settima gioia per Corazza, Fornasier convince all'esordio, ritorno tra i pali per Fiorillo

Turno caratterizzato da alti e bassi per i giovani blucerchiati impegnati in prestito o comproprietà nei campionati di Serie B e Lega Pro.

In serie cadetta è positivo l’esordio di Michele Fornasier con la maglia del Pescara: schierato titolare nella gara esterna con il Bologna secondo in classifica, gioca con sicurezza e concentrazione al centro della difesa del delfino. Nel pareggio senza reti del Dall’Ara si rivede Vincenzo Fiorillo, dopo un lungo periodo di assenza dovuto a scelte tecniche e ad un infortunio. Per il portiere di Oregina poco lavoro nel primo tempo, mentre nella ripresa, dopo appena 9’, viene chiamato all’intervento d'istinto di piede per sventare un tentativo di Casarini.

Conquista un punto in trasferta anche il Modena, ospite della Pro Vercelli nel “fortino” del Piola. Nella prima frazione, più ricca di occasioni da gol, sono i leoni piemontesi a passare in vantaggio, aiutati da un errore di Pinsoglio, mentre la reazione degli uomini di Novellino è guidata dal doriano Francesco Fedato, ancora una volta tra i migliori in campo, abile a guadagnarsi il rigore -trasformato poi da Granoche- con un tiro potente deviato di mano in area da Coly. Nel finale spazio anche per Alessandro Martinelli, subentrato alla mezz’ora per Nizzetto.

Cade invece la Ternana di Mirko Eramo, sconfitta per 2-0 al Liberati nello scontro diretto con il Vicenza. Nonostante il buon primo tempo degli umbri, sono gli ospiti a passare al 19’ con Cocco, lasciato troppo solo in area. Nella ripresa Tesser gioca la carta Eramo al posto di un Viola a corto di idee, ma nemmeno il centrocampista ex Crotone riesce a dare una svolta alla partita, che vede la Ternana faticare troppo nel trovare soluzioni d’attacco, fino a subire la seconda rete ospite nel finale.

Nel girone A della Lega Pro i doriani Andrea Tozzo e Simone Corazza si rendono protagonisti della vittoria del Novara allo Zini, che permette ai piemontesi di tallonare da vicino il Bassano secondo in classifica. L’1-0 inflitto alla Cremonese porta infatti la firma di Corazza, in gol al 34’ con una gran girata di destro che si insacca con l’aiuto della traversa. L’attaccante di scuola Samp ripaga la fiducia di Toscano tenendo sempre in apprensione la difesa casalinga con le sue giocate, come il contropiede al 38’ in cui la sua gran botta di sinistro termina alta, o il tentativo nel finale, al termine di un’azione in solitaria, deviato in corner da Galli. Sempre nel finale è Tozzo a salvare il risultato su un tiro insidioso di Jadid, a coronamento di una prestazione positiva e di grande affidabilità.

Nella bagarre per un posto nei play-off rallenta il Como, sconfitto in casa dall’Albinoleffe. I lariani, passati in fulmineo vantaggio con Ganz a 45’’ dall’inizio del match, subiscono la rimonta degli ospiti già nel primo tempo. Giornata sfortunata per il portiere Wladimiro Falcone, battuto per due volte su punizione: in occasione del pareggio la sua uscita azzardata non gli consente di strappare il pallone dai piedi di Spinelli, che gira in rete con un bel gesto tecnico, mentre sul 2-1 è Moi a calciare in porta da buona posizione senza incontrare l’opposizione della difesa. Inutili gli sforzi degli uomini di Sabatini per cercare il pareggio, vanificati dal terreno reso pesante dalla pioggia, e da alcuni interventi decisivi di Offredi.

Nelle zone calde della classifica continua con una sconfitta di misura il difficile percorso del Pordenone verso la salvezza. È proprio l’Albinoleffe, con i tre punti raccolti a Como, a staccare momentaneamente il duo di coda composto dalla Pro Patria e dai ramarri friulani, ospiti della seconda forza del campionato. Sono evidenti i progressi compiuti dopo il secondo avvicendamento in panchina, ma la squadra di Rossitto continua a difettare di concretezza in fase realizzativa, e al Bassano è sufficiente un gol di Nolè per assicurarsi la vittoria. In campo per tutta la gara l’ex Primavera Mattia Placido, di cui l’allenatore sfrutta la duttilità schierandolo nel ruolo di centrale di difesa. Il blucerchiato è tuttavia protagonista in negativo dell’episodio della rete subita, risultando poco efficace nella marcatura di Nolè che, in area piccola, riesce a colpire di testa e ad insaccare un pallonetto che inganna Careri.

Nel girone B torna a vedere nero la Pistoiese di Lucarelli, sconfitta in casa dalla Reggiana con un pesante poker, e contestata dai tifosi a fine partita. Tutto facile per i granata emiliani, che trovano un avversario troppo rinunciatario e fragile difensivamente. Del bilancio negativo della retroguardia fa parte anche Luca Piana, involuto rispetto al buon rendimento mantenuto in tutto il girone d’andata, e mai incisivo. In particolare, nell’azione che porta al raddoppio ospite, lascia troppo libero Siega di dialogare in area con Mignanelli e di servirgli un assist che attende solo di essere trasformato.

Infine, pareggio senza reti allo stadio Del Conero per l’Ancona, nella sfida contro il Teramo secondo in classifica. Gli uomini di Cornacchini contrastano con equilibrio gli avversari, e la gara scorre senza clamorose occasioni da rete da entrambe le parti. Tra le fila dei dorici torna in campo dal primo minuto il centrocampista blucerchiato Gianluca Sampietro, autore di una prova mediocre.