Martinelli regala la vittoria al Brescia, Hromada fa bis tra Coppa e campionato, esordio per Merkaj

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito nelle serie minori.
 di Andrea Vazzoler  articolo letto 928 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Martinelli regala la vittoria al Brescia, Hromada fa bis tra Coppa e campionato, esordio per Merkaj

Tra chi è indisponibile a causa di infortuni o fastidi muscolari e chi invece è rimasto in panchina, solo in pochi hanno trovato soddisfazione questa settimana tra i blucerchiati in prestito.

A sorridere è sicuramente Alessandro Martinelli che, oltre ad un’ottima prestazione, segna il gol del decisivo 3-2 che regala i tre punti al Brescia in un’entusiasmante partita contro un Cesena mai domo. Il centrocampista di origine svizzera prima sfodera le sue migliori qualità in interdizione, recuperando decine di palloni e non lesinando lo scontro fisico con gli opposti bianconeri (in particolare Koné), poi decide la partita a pochi minuti dal termine con uno splendido diagonale di sinistro che sbatte sul palo prima di entrare in rete. Una bella vittoria per la squadra di Brocchi e per il centrocampista blucerchiato, che conferma duttilità e maturazione.

Tra Latina e Bari finisce 2-1 ma tra i tanti blucerchiati nelle due squadre, il solo a scendere in campo per soli cinque minuti è Michele Rocca. Gabriele Rolando resta in panchina mentre Alessandro De Vitis, ancora indisponibile, si accomoda in tribuna. Fermi ai box per infortunio i biancorossi Fedato e Ivan.

Nulla da fare per il Crotone ospite di un'Inter che, seppure in crisi, trova nei suoi campioni il guizzo giusto per risolvere la partita proprio sul finale del secondo tempo. A San Siro i rossoblu riescono ad imbrigliare i padroni di casa per lunghi tratti del match, sacrificando però la fase di costruzione. Leonardo Capezzi, in campo per tutti i 90', sfida Banega limitandone il raggio di azione a centrocampo, ma paga in termini di lucidità nell'impostazione, commettendo qualche errore al pari dei compagni di reparto.

In Lega Pro non c'è invece partita tra il Pontedera e la Cremonese seconda in classifica. Al Mannucci la squadra di Tesser vince a mani basse con due gol per tempo, ed una clamorosa traversa colpita sugli sviluppi di un calcio di punizione dall'ex doriano Lucchini. Troppa la differenza di valori tra le due squadre: il Pontedera si rende pericoloso in pochissime occasioni, una delle quali vede protagonista Giacomo Calò, ancora una volta scelto per farsi carico dei calci piazzati, ed autore della parabola che viene però bloccata dal portiere nonostante la deviazione sotto porta di Santini.

Fa il suo esordio nel campionato di Lega Pro anche un altro ex Primavera: al Nespoli di Olbia l'attaccante Olger Merkaj viene mandato nella mischia da Fiasconi dopo il vantaggio dei padroni di casa. Il Tuttocuoio prova a reagire anche grazie ad un contropiede innescato proprio da Merkaj in collaborazione con Shekiladze, ma la risposta di Carboni è da applausi, e i toscani non riescono a trovare il gol del pareggio.

Buone notizie invece per Jakub Hromada in Repubblica Ceca. Il centrocampista slovacco replica e, dopo la partita di Europa League di giovedì contro i rumeni dell’Astra, gioca altri intensi novanta minuti nel successo per 3-1 di domenica contro lo Jablonec. Il giocatore della Sampdoria si è guadagnato un posto di rilievo nelle gerarchie del tecnico Roman Pivarnik e i risultati stanno dando ragione ad entrambi. Con l’ultima vittoria infatti il Vikoria Plzen stacca le contendenti per il titolo e resta in vetta alla graduatoria con quattro punti dallo Zlìn secondo.