Assist di Rolando e il Como torna a vincere, Fiorillo super, Fedato si conferma

"A farsi le ossa" è la rubrica settimanale che vi tiene aggiornati sulle prestazioni dei giovani blucerchiati in prestito o comproprietà nelle serie minori.
 di Lidia Vivaldi  articolo letto 3015 volte
© foto di Federico Gaetano
Assist di Rolando e il Como torna a vincere, Fiorillo super, Fedato si conferma

Turno caratterizzato da poche soddisfazioni per i giovani blucerchiati in prestito e comproprietà lontano da Genova.

In Serie B impattano per 0-0 due delle squadre più in forma del campionato, Bologna e Ternana: nella gara del Dall’Ara, in cui sono ben sei i blucerchiati, o freschi ex, tra campo e panchina, a rubare la scena sono i portieri Coppola e Brignoli, chiamati spesso a parate decisive. Le migliori occasioni capitano agli ospiti, ispirati dalle grandi giocate di Gavazzi, e sempre pericolosi in avanti con Avenatti, che sfida Gastaldello nella sua partita d’esordio nella città delle Due Torri. Al centro del folto centrocampo rossoverde il compito di regista è affidato al doriano Mirko Eramo, che dimostra di sapere sfruttare al meglio l’intesa con i compagni per cercare triangolazioni o lanci lunghi per gli attaccanti. Tra le fila rossoblu subentra nel secondo tempo anche Nenad Krsticic, chiamato in causa da Lopez per rinforzarela linea mediana ed aiutare particolarmente nella fase di copertura.

Sconfitta all’inglese per il Modena di Novellino, superato agilmente dal Perugia nello scontro diretto di metà classifica. In campo dal primo minuto entrambi i blucerchiati in forza alla squadra emiliana, ma mentre Alessandro Martinelli non riesce a tenere il passo della manovra dei canarini a centrocampo, nel reparto avanzato Francesco Fedato risulta ancora una volta tra i migliori in campo. Partono proprio dall’esterno ex Catania le migliori azioni del Modena, ed è suo l’invitante assist al 41’ per Granoche, sul cui colpo di testa è decisiva la deviazione di Hegazy.

Identico finale al Francioni per Latina-Pescara, dove i padroni di casa strappano una preziosa vittoria in chiave salvezza grazie alla doppietta di Viviani nel finale. Assoluto protagonista della gara, insieme al centrocampista romano, è il portiere biancazzurro Vincenzo Fiorillo, insuperabile fino alla massima punizione comminata all’84’ in favore del Latina. Nonostante la scarsa brillantezza in attacco, il Pescara resta in partita grazie alle grandi parate del Falco di Oregina, tra cui un tuffo a sventare una punizione di Viviani nel primo tempo, un intervento d’istinto ad alzare oltre la traversa un colpo di testa ravvicinato di Litteri in apertura di ripresa, e ancora una provvidenziale deviazione di piede su un rasoterra dello stesso Litteri. Non altrettanto memorabile la giornata dell’altro blucerchiato in campo, Michele Fornasier, che a stento salva la sua prestazione, decisamente meno grintosa ed efficace delle precedenti.

Nel girone A della Lega Pro il Como torna alla vittoria imponendosi per 1-0 sulla Giana sul terreno del Sinigaglia. A gonfiare la rete per i lariani è ancora una volta Ganz, che spezza alla mezz'ora il buon ritmo di gioco costruito fino a quel momento dagli ospiti. Ritrova una maglia da titolare il blucerchiato Gabriele Rolando, il quale partecipa all'azione del gol raccogliendo un lancio lungo dalle retrovie e trasformandolo in un cross dal fondo su cui il portiere Paleari tenta invano l'intervento, consegnando di fatto il pallone all'attaccante comasco per il colpo di testa vincente. L'esterno ex Primavera si mette inoltre in evidenza pochi minuti dopo involandosi verso l'area per vie centrali ma, marcato stretto da un avversario, non riesce a controllare e trovare lo spazio per il tiro.

Pirotecnico scontro al vertice del girone tra Novara e Pavia, che si fermano sul 3-3 al termine di una partita intensa e ricca di capovolgimenti di fronte. Apre le danze il Novara con Bianchi al 19', a cui risponde Soncin appena prima dell'intervallo, mentre nel secondo tempo il doppio vantaggio degli ospiti, firmato Evacuo-Gonzalez, sembra decidere le sorti dell'incontro. Al Pavia basta però una manciata di minuti nel finale per sovvertire l'esito e pareggiare con la doppietta di Ferretti. Tra le fila del Novara partono titolari entrambi i blucerchiati a disposizione di Toscano, senza tuttavia incidere sul match: da una parte a Corazza manca il guizzo vincente che lo ha reso protagonista nelle ultime giornate, dall'altra Tozzo subisce le tre reti senza mai trovare la parata decisiva.

In fondo alla classifica non smette di sperare il Pordenone, vittorioso nella gara interna contro la Torres con un un rotondo 2-0, ma in seguito fermato dalla Giana nel recupero del 24° turno, con il medesimo punteggio. In campo dal primo minuto in entrambe le gare il doriano Mattia Placido, ma mentre contro la Torres risulta tra i migliori in campo, non accade lo stesso nella trasferta di Gorgonzola, dove il terzino genovese non riesce a lasciare il segno.

Infine, Gianluca Sampietro torna stabilmente titolare nell'Ancona, che si impone per 2-1 nella gara interna con la Carrarese, mentre Mattia Lombardo fa il suo esordio con la maglia del Pontedera rilevando, nel finale della trasferta di Reggio Emilia, Gregorio Luperini, suo ex compagno nella Primavera blucerchiata di mister Tufano. Successo in Primavera anche per Federico Bonazzoli, che sbanca il Torneo di Viareggio consegnando all'Inter la vittoria grazie ai suoi gol (sua la prima marcatura nel 2-1 con il Verona), e viene insignito del titolo di 'Golden Boy', miglior giocatore della competizione.